Cerca

modulo attività

modulo tecnica

ETT: grandezze elettriche

Definizione

resistenza V ILa conduttanza elettrica rappresenta la proprietà di un circuito elettrico di consentire la circolazione di corrente elettrica quando è sottoposto a differenza di potenziale.

Precisamente é la misura dell'intensità di corrente che circola per ogni unità di differenza di potenziale:

G=I/V = costante

G: conduttanza in S (siemens)

V: tensione o caduta di tensione in V (volt) 

I: intensità di corrente in A (ampere) 

Si deduce immediatamento che la conduttanza di un circuito è uguale all'inverso della resistenza.

L'induttanza

Definizioneinduttore

L'induttanza L di un circuito rappresenta la proprietà del circuito di accumulare energia quando c'è corrente.

Quando c'è corrente in un circuito elettrico c'é accumulo di energia nel campo magnetiico generato dalla corrente stessa; l'induttanza è la misura di questo effetto e quantifica il flusso magnetico totale concatenato per ogni ampere di corrente:

L = Φ/I

Definizione

cond V I

La capacità elettrica rappresenta la proprietà di un circuito elettrico di accumulare cariche elettriche in presenza di tensione.

Poichè le cariche elettriche sono sottoposte a tensione viene accumulata anche energia elettrica sotto forma elettrostatica.

Quando c'è differenza di potenziale fra due punti di un circuito elettrico c'é accumulo di cariche per effetto elettrostatico; la capacità è la misura di questo effetto e quantifica la carica che viene accumulata per ogni volt di ddp (differenza di potenziale):

C = Q/VC

C: capacità in F (farad o coulomb al volt)

Q: carica elettrica  in C (coulomb)

VC: tensione elettrica o ddp in V (volt)

esempio: una elemento di circuito che accumula 0,004C sotto la ddp di 50V ha una capacità pari a 0,004/50=80*10-6F = 80µF (micro farad)

 

 

La potenza elettrica

Definizione

La potenza elettrica istantanea, assorbita o erogata da un un qualunque componente o appareccio elettrico o transitante lungo una linea si calcola conoscendo i valori istantanei della tensione e della corrente che  interessano il componente o la linea che si sta  studiando con l'espressione della potenza istantanea:

p(t)=v(t)*i(t)

p(t): potenza, variabile nel tempo, misurata in W (watt o joule al secondo)

v(t): tensione, variabile nel tempo, misurata in V (volt o joule al coulomb)

i(t): tensione, variabile nel tempo, misurata in A (ampere o coulomb al secondo)

Sottocategorie

Il  regime intermittente, anche detto on/off, è presente in molte soluzioni circuitali

- regolatori di potenza a lamina bimetallica 

- generatori ad onda quadra

- regolatori PWM